UNA BUONA NOTIZIA!

Grazie al mio emendamento, inserito nella legge di semplificazione regionale, sarà vietata l’installazione di impianti di incenerimento e coincenerimento non previsti espressamente nel Piano Rifiuti. Tale disposizione si applica anche ai procedimenti di autorizzazione in corso, come per il caso dell’#inceneritore a confine tra Tarquinia e Civitavecchia. E’ una vittoria per i territori che vivono da anni con la spada di Damocle di impianti ad alto impatto ambientale e una misura che snellirà il lavoro degli uffici regionali, fornendo loro un ulteriore strumento normativo per esprimere diniego nella conferenza dei servizi convocata per il 5 marzo. Dopo aver scongiurato la deroga al Codice degli Appalti sono orgoglioso di aver contribuito con un altro emendamento a tutelare il futuro del Lazio.