Lo spirito di collaborazione tra le forze politiche, che deve prevalere davanti a un’emergenza come quella che stiamo vivendo, non può essere un deterrente alla funzione di controllo che l’opposizione deve mantenere nei confronti di chi governa ed amministra.

L’analisi degli atti di è possibile da remoto per me come per tutti gli altri cittadini , sono aperti gli uffici del Consiglio per il deposito digitale di atti e, a quanto pare, l’emergenza non ha fermato la Giunta dal nominare lo scorso 10 marzo, con il decreto Conte fresco di inchiostro, tre membri del Cda di Autostrade per il Lazio, società compartecipata da Regione e Anas per lo sviluppo della famigerata autostrada Roma Latina e del collegamento Cisterna Valmontone che da tre anni ha i bilanci in rosso. Oltre alla data, quello che mi ha spinto a scrivere una interrogazione all’assessore competente è che, secondo la legge, quella società deve avere un amministratore unico, vorrei quindi sapere i motivi per i quali una società con quello stato patrimoniale e un’attività limitata anche dai ricorsi, debba essere gestita da tre poltrone.

Questa domanda che era pertinente un mese fa, attende una risposta ancor più urgente ora, alla luce dei cambiamenti che la società, e quindi le istituzioni che la amministrano, dovranno obbligatoriamente mettere in atto in risposta alla crisi generata dalla pandemia. Siamo tutti coinvolti e tutto sta cambiando, iniziamo dalla gestione della cosa pubblica, i cittadini hanno bisogno di esempi e non di altri scandali.

Qui il testo completodell’interrogazione