Categorie: Ambiente, ComunicatiPublished On: 23 Marzo 20210 Commenti8.2 min read
SHARE

La scorsa settimana a conclusione di un’indagine dei Carabinieri sono stati sottoposti agli arresti domiciliari Flaminia Tosini, direttrice regionale del ciclo dei rifiuti e Walter Lozza, amministratore delle società che gestiscono le discariche di Civitavecchia Roccasecca. L’ordinanza su accuse di corruzione, concussione e turbata libertà di procedimento di scelta, traccia un panorama inquietante dell’attività della direzione regionale responsabile del ciclo dei rifiuti, dove l’interesse pubblico è secondario rispetto a quello personale senza traccia di imparzialità e trasparenza da parte dell’amministrazione.

Per quegli uffici fino alla firma della Tosini sono passati l’ampliamento della discarica di Roccasecca e Civitavecchia, contro il quale depositai un atto appena avuta notizia della concessione di nuove volumetrie, il capping di Bracciano e l’avvio della discarica di Monte Carnevale, ovvero la quasi totalità delle più controverse azioni sul territorio degli ultimi anni. Dopo gli arresti la regione ha già sospeso in autotutela i procedimenti autorizzativi per Monte Carnevale. In supporto all’azione che stanno portando avanti le nostre assessore presso la Giunta, ho depositato una mozione insieme agli altri portavoce del M5S Lazio per chiedere che la sospensione riguardi tutti i procedimenti al momento al vaglio degli uffici oggetto di indagine e che sia realizzata prima possibile una verifica della regolarità di tutti gli atti autorizzativi emanati dalla Direzione rifiuti.

Nel Lazio troppe volte gli inquirenti hanno evidenziato i fenomeni corruttivi e criminali legati alla gestione dei rifiuti, le conseguenze di questo malaffare sono sotto gli occhi di tutti: è giunto il momento di bloccare la macchina, fare una revisione totale, e rimetterla sulla giusta carreggiata per intraprendere un cammino che cancelli decenni di fallimenti.

Testo Integrale della Mozione

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.