Categorie: Comunicati, LegalitàPublished On: 22 Novembre 20210 Commenti4.6 min read
SHARE

Nei giorni scorsi l’Università Agraria di Civitavecchia ha inviato una moltitudine di lettere ai suoi soci, chiedendo la riscossione di cifre risalenti in alcuni casi addirittura al 2006. Questo presunto credito, che l’Università Agraria di Civitavecchia vanta nei confronti di alcuni cittadini, è solo l’ennesima dimostrazione del modo di fare di un ente che ormai da tempo ha perso il contatto con la realtà.

Da una parte chiede, con toni piuttosto brutali e minacciosi, il versamento di crediti inesigibili in quanto prescritti essendo trascorsi oltre 10 anni e dall’altra dimostra una cattiva amministrazione anche degli affari ordinari perchè qualora questi crediti fossero oggettivamente dovuti, le pratiche per la riscossione dovevano essere state avviate già da tempo.

L’È mia intenzione diffidare il presidente Daniele De Paolis dal chiedere crediti inesigibili ai soci dell’Università Agraria, al contempo valuterò le azioni legali necessarie per tutelare i cittadini da questo modo di agire arrogante ma soprattutto illegittimo

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.