Categorie: ArticoliPublished On: 3 Novembre 20210 Commenti6.4 min read
SHARE

Ieri pomeriggio sono stato presente alla manifestazione pro DDL Zan organizzata a Civitavecchia davanti al teatro Traiano.
Nel corso del mio intervento ho sottolineato come la nostra comunità abbia perso un momento importante per la crescita culturale del nostro paese. Sancire e tutelare i diritti di tutti deve essere una priorità e queste manifestazioni servono a ricordare alla classe politica che i cittadini hanno a cuore questa evoluzione culturale, e che una crescita in tal senso passa sia dalle istituzioni che dai comportamenti dei cittadini al di fuori delle stesse. La battaglia culturale, nonostante il non buon esito del DDL non si esaurisce, anzi, è proprio al di fuori delle istituzioni che ognuno di noi può fare la sua piccola parte, partendo dall’informare correttamente chi magari sostiene le tesi che hanno portato all’affossamento del testo e che è vittima di una informazione scorretta e strumentale sull’argomento.

Le manifestazioni sono importanti perché sensibilizzano e tengono alta l’attenzione su temi, quelli dei diritti civili, che devono entrare sempre di più nell’anima di questo paese. D’altronde gli eletti sono lo specchio di questo paese e se, tramite il vile voto segreto, si è deciso di bocciare questo avanzamento culturale è evidente che c’è ancora tanto da fare soprattutto nell’educazione e nell’insegnamento di valori quali il rispetto della diversità.

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.